FRANCO DANESE

Franco con la moglie

”Sono un emigrante….che soffre, piange e muore di nostalgia stando lontano … tanto lontano dalla mia terra natia: la mia cara ed indimenticabile Mantiella”

FRANCO DANESE

Franco con la moglie

Franco con la moglie

Nato ad Amantea nel 1935, conseguita la licenza media, emigrò in Argentina nel 1959 dove proseguì gli studi conseguendo la laurea in Economia e commercio e il Dottorato in Scienze Economiche e Politiche. Licenziato in Comunicazioni Sociali e Giornalismo Politico e Sportivo, è Segretario Generale dei Giornalisti Latino-Americani Indipendenti del Sud America.
Da moltissimi anni produce e conduce programmi radio-televisivi per gli Italiani residenti in Argentina e collabora con passione con i Centri Culturali Italo Argentini e con i Centri di Assistenza Sociale nella Circoscrizione Zona Sud di Buenos Aires.
Il suo è un impegno sociale che non ha mai avuto una sosta, anche quando era impiegato prima con la “Galileo Argentina S.A., poi con la SICA SAIC con la quale ha avuto la possibilità di viaggiare nel mondo ( Sud America, Stati Uniti, Europa, Cina): un’indimenticabile esperienza di conoscenza e di vita.
Fondatore e presidente della Associazione Amanteana dell’Argentina (FAMAR); Fondatore e presidente del Centro Culturale Calabrese (CCC) d’Argentina; Co-fondatore Federazione Associazione Calabresi d’Argentina (FACA).
Ha scritto numerosi libri, tra i quali “El vuelo de un pájaro sin alas” (Il volo d’un uccello senza ali) che emblemizza i primi difficili anni della sua vita di emigrante.

Ogni domenica, Dalle 14 alle 17 (ora italiana), Potrete ascoltare Franco sul sito web www.radioindipendencia.com.ar

“Che tristezza quando la nave fece sentire i tre fischi della partenza!…
Sembrava che il mio cuore non volesse staccarsi dalla banchina: poi la nave cominciò a muoversi lentamente per uscire dal porto. Solo allora mi accorsi delle lacrime che scorrevano sul mio volto, come una fiumara. Erano lacrime di rabbia e di dolore: addio Patria mia”. (da uno scritto di Franco Danese)

La famiglia di Franco Danese

La famiglia di Franco Danese

Per un ingrato destino, pur nolente, come tante migliaia di Italiani, Franco e la sua famiglia erano stati obbligati ad emigrare in Argentina con la speranza di costruire un avvenire negato nella sua terra: era il 3 settembre del 1959.
Da allora, la ferita del distacco non si è mai rimarginata e, nonostante si sia realizzato nel lavoro, nella famiglia e nell’intensa attività sociale, gran parte della sua giornata la trascorre sognando ad occhi chiusi la “ Mantiella” in cui ha lasciato il cuore.
Il suo sogno è di poter tornare ancora una volta nel quartiere “Saiuoli” dove era nato (in Via Dogana, nei pressi della scuola Elementare Manzoni), addentrarsi nei vicoli del Centro Storico, camminare a piedi nudi sulla sabbia della spiaggia e riempire i polmoni della salsedine del nostro mare, riassaporare gusti e profumi della nostra genuina cucina, riabbracciare i pochi amici ancora in vita per condividere i ricordi di infanzia.
Un sogno che, al momento, sembra irrealizzabile soprattutto per il cambio svantaggioso del peso argentino…
Ma le vie del Signore sono infinite e il nostro amico è un buon cattolico e ha tanta Fede in Dio.

Pino Del Pizzo (tratto dal terzo volume della raccolta antologica “Gocce di memoria”

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per offrire una migliore esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente automaticamente all’uso dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Privacy Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close